La Radice – Ripetizione Due – Muladhara e il lavoro con il Rosso

Muladhara – La radice
Mandala a ripetizione 2, 50×50 cm
Acquerello, tempera, acrilico su base 100% cotone

“L’uomo non è sminuito dall’avere una parte mortale, ma questa mortalità accresce la sua possibilità e la sua potenza. Le sue doppie funzioni gli sono possibili per la sua doppia natura: egli è costituito in modo da abbracciare ad un tempo il terrestre ed il divino. Anzi non temiamo di affermare la verità. L’uomo vero è al di sopra degli dei celesti o per lo meno uguale a loro. Poiché nessun dio lascia la sua sfera per venire sulla terra, mentre l’uomo sale in cielo e lo misura. Onde osiamo affermare che l’uomo è un dio mortale e che un dio celeste è un uomo immortale”.

Corpus Hermeticum

 

In questo lavoro dedicato al chakra della base sono emerse figure sconcertanti, che vanno ben oltre la base due, simbolo dello specchio e della relazione duale.

Realizzare questo lavoro è sempre una gioia, unisce l’elemento acqua all’elemento terra attraverso il lavoro con le macchie:

osservare questo movimento sviluppare una figura umana, in via del tutto spontanea in mezzo a un caos che pareva l’Universo, mi ha letteramente lasciata di sale.

Questi lavori sono speciali, forse perchè iniziano tutti con una base fondamentale: il processo di centratura, attraverso le linee perpendicolari di cielo e di terra.

Sara Maite